Monte Frontè

La seconda vetta della Liguria

Con i suoi 2153 metri è la seconda vetta della Liguria dopo il monte Saccarello, rappresenta lo spartiacque tra la val Tanaro, la valle Argentina e la valle Arroscia e sovrasta il Ciottu de e Giaie, ovvero la “Conca dei torrenti”, dal quale nascono acque sorgive. Un tempo chiamato Frontero, il suo simbolo è una Madonna bianca a grandezza naturale ben visibile anche dal Colle del Garezzo, posta in loco nel 1955. Dalla sua vetta si possono ammirare le vicine Alpi del Marguareis. Quando il panorama è coperto dalle nuvole basse, capita che da esse emergano la vetta di Monte Ceppo e le tre cime che insieme formano quello che viene chiamato il Napoleone dormiente: Monte Toraggio, Monte Pietravecchia e Monte Grai, infatti, plasmano con le loro forme il profilo di un uomo addormentato.

Il Monte Frontè è caratterizzato da un pendio prevalentemente erboso con un substrato calcareo costituito da flysch a elmintoidi.

La fauna selvatica osservabile comprende lupi, camosci, stambecchi, marmotte e ramarri, ma anche rapaci diurni quali laquila reale, i grifoni di cui si contano venti esemplari e il gheppio. Forte è anche la presenza di cinciallegre, tordele, cuculi stiaccini, allodole e prispoloni. Poco più in basso della cima del monte è osservabile anche la lucertola ocellata.

  • Corrado Agnese al monte Frontè
  • Monte Fronté
  • Corrado Agnese al monte Frontè
  • Monte Fronté
  • Corrado Agnese al monte Frontè
  • Corrado Agnese al monte Frontè
  • Monte Fronté
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Testo a cura di Marco Rosso, Nicola Ferrarese, Melania D’Alessandro, immagini di Nicola Ferrarese

Scroll to top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie necessari al funzionamento dello stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Puoi leggere la nostra informativa Privacy e Cookie qui. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi