Ricoveri militari a Testa d'Alpe

Resti di storia nel bosco

L’area compresa tra Testa d’Alpe e il Monte Toraggio, spesso semplicemente indicata come “Gouta”, gode di un notevole valore naturalistico per via della foresta demaniale di Gouta-Testa d’Alpe.
Tra la prima e la seconda Guerra Mondiale, la zona divenne una delle maggiormente fortificate di tutte le Alpi, andando a costituire il Sottosettore V/A Muratone.
Alcune costruzioni simili a hangar, realizzate in spesso calcestruzzo per resistere a eventuali attacchi nemici, fungevano da ricovero per il personale e da deposito pezzi per le batterie sempre pronte della Guardia alla Frontiera.
Tali opere erano posizionate leggermente arretrate rispetto al Primo Sistema difensivo, nei pressi della strada militare.

Testo a cura di Claudio Cecchi , immagini di Nicola Ferrarese