Ricoveri militari a Testa d'Alpe

Resti di storia nel bosco

L’area compresa tra Testa d’Alpe e il Monte Toraggio, spesso semplicemente indicata come “Gouta”, gode di un notevole valore naturalistico per via della foresta demaniale di Gouta-Testa d’Alpe.
Tra la prima e la seconda Guerra Mondiale, la zona divenne una delle maggiormente fortificate di tutte le Alpi, andando a costituire il Sottosettore V/A Muratone.
Alcune costruzioni simili a hangar, realizzate in spesso calcestruzzo per resistere a eventuali attacchi nemici, fungevano da ricovero per il personale e da deposito pezzi per le batterie sempre pronte della Guardia alla Frontiera.
Tali opere erano posizionate leggermente arretrate rispetto al Primo Sistema difensivo, nei pressi della strada militare.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Testo a cura di Claudio Cecchi , immagini di Nicola Ferrarese

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie necessari al funzionamento dello stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Puoi leggere la nostra informativa Privacy e Cookie qui. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi