Torre di Prarola

Avvistamento e difesa contro i corsari Barbareschi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

In seguito a un’incursione nel luglio 1562 da parte dei Barbareschi provenienti dall’attuale Nordafrica, la comunità della Valle del torrente Prino ottenne da Genova il consenso per l’edificazione di un sistema difensivo e d’avvistamento composto da una torre presso San Lorenzo e una in località Prarolo, dotate entrambe di artiglieria. La Torre di Prarola, costruita sullo scoglio di Premartello, ospitava sei uomini di guardia notturna col compito di segnalare alla popolazione i pericoli provenienti dal mare. Le torri d’avvistamento erano in contatto visivo con altri punti d’osservazione elevati lungo la costa e l’entroterra: in caso d’allarme, l’informazione poteva viaggiare semplicemente tramite segnali fatti col fuoco o col fumo.

Saraceni e Barbareschi furono il principale pericolo proveniente dal mare per le popolazioni costiere liguri e dellimmediato entroterra. I primi, provenienti dalla penisola araba, fecero diverse incursioni sul finire del primo millennio d.C. Contro di essi vennero fortificati villaggi ed edificate torri davvistamento, spesso recuperate e rinforzate mezzo millennio dopo, dato lavvento delle armi da fuoco, per resistere agli assalti dei Barbareschi.

Una curiosità: sebbene chiamati “pirati” i Barbareschi erano in realtà “corsari”: erano infatti muniti di “lettera di corsa” che dava loro il diritto di assalire navi e paesi delle nazioni con cui erano in guerra. La loro opera era dunque, per il diritto del paese d’origine, pienamente legale.

Fonte: Fortificazioni Antibarbaresche in Liguria, Giorgio Fedozzi, Dominici Editore, 1988

  • Torre Prarola
  • Torre Prarola
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Testo a cura di Nicola Ferrarese, immagini di Nicola Ferrarese

Scroll to top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie necessari al funzionamento dello stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Puoi leggere la nostra informativa Privacy e Cookie qui. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi