Il Progetto Liguria Wow

Nato dai volontari di due associazioni, senza scopo di lucro
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Tutto ha inizio nel giugno 2016, quando l’Associazione Culturale Wepesto si chiede “perché non aderire al programma Google Trekker Loaner e condividere foto sferiche di luoghi fantastici della Liguria nel mondo tramite Google Maps e Street View?”
Fatta la richiesta di adesione, Google inaspettatamente risponde chiedendo una bozza di progetto.
Per navigare lungo le alture del Ponente è necessario un timoniere esperto: viene coinvolta l’associazione di guide Ponente Experience, già amici e collaboratori in altri progetti di valorizzazione del territorio.
I volontari propongono l’iniziale mappatura di circa 100 km di sentieri e, nell’agosto 2016, il Trekker giunge nella Liguria di Ponente.
Inizia il lungo viaggio, da Ventimiglia fino al Monte Saccarello, la vetta più alta della Liguria, per poi ridiscendere a Cervo, affacciato sul mare.
Il percorso principale viene arricchito, tracciando nelle vallate che collegano la costa al mare e cercando di fare più km possibile: è un’occasione da non perdere per far conoscere le bellezze nascoste a tutto il mondo. Caselle, neviere, fornaci da calce, fortificazioni militari ottocentesche e novecentesche vengono visitati e documentati.
Ogni uscita viene accuratamente preparata come una vera e propria missione: si studia col supporto degli storici e della letteratura, si pianifica la logistica, si effettuano ricognizioni con contemporanea pulizia, si cammina con il pesante Trekker, cibo, acqua e attrezzatura fotografica professionale.
L’intero progetto nasce e cresce in totale autofinanziamento da parte dei volontari di Wepesto e Ponente Experience, sotto un comune nome: Liguria Wow.
A inizio 2017 il trekker torna a Google dopo aver percorso oltre 200 km.
Il 3 novembre 2017 il progetto viene finalmente svelato al pubblico con una presentazione ufficiale nella Sala Trasparenze di Palazzo Fieschi, con il supporto delle Regione Liguria e in particolare dell’Assessore Regionale al Turismo Gianni Berrino.
I volontari non si sono ancora fermati e continuano a produrre materiale per arricchire il sito web che viene affiancato anche da una pagina Facebook.
Tutto il materiale è a disposizione di chi ha intenzione di promuovere il territorio: basta chiederci il permesso scrivendoci e citare le fonti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie necessari al funzionamento dello stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Puoi leggere la nostra informativa Privacy e Cookie qui. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi