Neviera del Pizzo d'Evigno

Il sistema per avere ghiaccio tutto l'anno

Le neviere erano enormi pozzi con spesse mura atti a stipare e conservare grandi quantità di neve, durante il periodo della Piccola Era Glaciale che va dalla metà del XIV alla metà del XIX secolo.
Questa neviera, una delle tre rinvenute intorno alla vetta del Pizzo d’Evigno, è purtroppo completamente collassata e riempita di pietre. Si notano tuttavia ancora alcune mura perimetrali.
La tipologia costruttiva si trova anche altrove, con esemplari notevolissimi sul Monte Neveia sopra Taggia e sulle pendici del Monte Guardiabella.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Testo a cura di Nicola Ferrarese, immagini di Nicola Ferrarese

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie necessari al funzionamento dello stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Puoi leggere la nostra informativa Privacy e Cookie qui. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi