Tra le pecore Brigasche

Nel gregge di "Giuanin" Lanteri

La cultura pastorale occitana ha selezionato nel tempo le pecore Brigasche, razza con profilo di montone e corna ritorte all’indietro per i maschi. La taglia piccola e robusta è adatta ai terreni impervi delle Alpi liguri e delle terrazze costiere dove sverna. Fornisce poco latte ma prelibato, utilizzato per la produzione di formaggi di tradizione millenaria: la Sora, la Toma e il Brus o Brussu (ricotta fermentata).
Un tempo presente in migliaia di capi, oggi rappresenta una rara eccellenza casearia.
Il nome della razza ha origine nella Briga o La Brigue, in val Roja: territorio di lingua alpina vicina anche al mondo occitano.
Abbiamo incontrato Giuanin Lanteri e le sue pecore accanto al Sotto di San Lorenzo.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Testo a cura di Alessandro Giacobbe , immagini di Nicola Ferrarese, Corrado Agnese

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie necessari al funzionamento dello stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Puoi leggere la nostra informativa Privacy e Cookie qui. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi