La casella a due piani di Ina Sorba

5 metri d'altezza, in pietra a secco

In località Ina Sorba, nelle campagne sopra Riva Faraldi, si trovano alcune tra le caselle più grandi del Ponente Ligure.
Questa costruzione interamente in pietra a secco è strutturata su due piani, con un’altezza interna di quasi 5 metri.
Per la sua imponenza si può definire un casellùn: una sorta di abitazione sostitutiva usata come rifugio per animali, al piano inferiore, e persone, al piano superiore, garantendo una dignitosa permanenza per tutto il periodo dedicato alla lavorazione delle terre.
Siamo infatti in una località agricola lontana dai centri abitati e scomoda per una gestione “in giornata”, cioè con ritorno a casa verso sera.

Approfondimento

Il Torrente Steria ospita nella sua valle più di 250 caselle, 42 delle quali nella sola Ina Sorba, area di intense coltivazioni ortive, seminative e di vigneti, oramai in gran parte abbandonate. La località, ubicata sul versante occidentale della valle a una quota compresa tra i 380 e i 450 m, è raggiungibile dalla vicina Riva Faraldi.

Il censimento è purtroppo incompleto perché molte caselle sono oggi ridotte a mucchi di pietre, celati da cespugli di rovo impenetrabili.

Fonte: www.centrostudiponentini.it di Giorgio Fedozzi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Testo a cura di Corrado Agnese, immagini di Nicola Ferrarese e Corrado Agnese

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie necessari al funzionamento dello stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Puoi leggere la nostra informativa Privacy e Cookie qui. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi